Si ricorre all’implantologia quando a seguito della perdita di uno o più elementi dentari si ha la necessità di riabilitare i denti mancanti, con l’inserimento di presidi medicali endossei in titanio (impianti dentali) che fungono da supporto per i futuri denti fissi.
implantologia

Il vantaggio dell’implantologia rispetto alle protesi mobili è quello di avere, in poco tempo e senza dolore, funzionalità estetiche e masticatorie del tutto simili a quelle dei denti naturali senza dover coinvolgere elementi dentari adiacenti alle aree prive di denti.

 

Implantologia nei pazienti giovani

Esiste l’errata convinzione che l’implantologia sia un intervento destinato alle persone di una certa età, in realtà essa può adattarsi anche alle esigenze dei pazienti giovani che hanno perso i propri elementi dentari non per patologie croniche come la parodontite ma a causa di:
• eventi traumatici
• agenesia dentaria: patologia per cui uno o più denti non sono mai erotti (ovvero non sono spuntati in arcata)a causa dell’assenza congenita della gemma dentale.
• parodontite giovanile

• complicanze ed insuccessi di pregresse terapie odontoiatriche

 

A che età effettuare implantologia?

I mascellari di un individuo ancora in fase di crescita subiscono dei cambiamenti, per questo motivo l’impianto potrebbe poi trovarsi in una posizione differente rispetto al momento in cui è stato inserito. Non solo, l’inserimento dell’impianto in fase di sviluppo delle ossa mascellari, potrebbe limitare la crescita stessa dell’osso.

CONDIVIDI SU

Prenota ora la prima visita specialistica per il tuo bambino

Richiedi un appuntamento GRATUITO e senza impegno.